venerdì 10 ottobre 2008

Crisi Borse mondiali: la crisi mondiale dei mutui e della finanza

Cari lettori,
non so quanto siate interessati a questo argomento, ma mi preme particolarmente scrivere a riguardo perchè stiamo assistendo ad una svolta: un vero cambiamento epocale che si sta attuando per mezzo della crisi delle borse mondiali e della finanzia internazionale.

Ad ogni ora del giorno, e della notte, in tv ci sono telegiornali e trasmissioni che trattano l'argomento: importanti esponenti della politica e del mondo finanziario ci parlano.

C'è chi rassicura, chi sfascia, chi fa demagogia, chi tenta di affermare che la crisi attuale è un segnale positivo. Insomma un'infinità di opinioni, come spesso capita nel nostro paese. Basti pensare che quando gioca la nazionale, ogni italiano è allenatore!

Penso che l'economia attuale stia implodendo; per quel poco che so e che capisco le cose per riprendersi devono cambiare.
Deve cambiare l'assetto finanziario mondiale, le economie locali, le piccole, medie e grandi imprese: dobbiamo cambiare NOI.
La svolta è necessaria in ciascuno di noi perchè credo che una nuova tendenza economica e sociale possa portare benficio alle economie del mondo.

Si parla di energia pulita e rinnovabile. Perchè non partire da queste nuove frontiere per creare nuove basi per i paesi che oggi stanno attraversando la crisi: non dimentichiamoci che se tu sei in perdita, qualcuno dietro l'angolo potrebbe abusare nel tuo momento di debolezza.
Mi riferisco alle paure della gente e dei "regnanti" che potrebbero tentare azioni di guerriglia o raffreddamenti nei rapporti internazioni a causa della crisi.

La terra ci dà energia e calore senza sporcare e senza mai finire, se consideriamo soprattutto le ere geologiche e la vita delle popolazioni: perchè non usarle e vivere in un nuovo e più stabile equilibrio?

2 commenti :

Anonimo ha detto...

Si dice che la crisi farà presto chiudere battenti alla Unicredit...

andrea ha detto...

Beh sembra che oggi le cose stiano andando meglio!
chissà chi pagherà le conseguenze di questa crisi!?