mercoledì 25 settembre 2013

Non trovi lavoro? Mettiti a studiare!

Fino a poco tempo fa il diploma di maturità era identificato come requisito necessario ma sufficiente per poter sperare in un futuro ricco di fortune e soddisfazioni in ambito lavorativo. Pare però che ciò che nel recente passato poteva bastare, ora stia diventando insufficiente per potere ambire a posizioni nelle quali è richiesto l’utilizzo della mente, più che del corpo. Chi si sente portato per i lavori manuali ha buone possibilità di trovare un impiego ugualmente, ma chi ha come obiettivo quello di lavorare in un ufficio comodamente seduto davanti ad una scrivania rischia, nella migliore delle ipotesi, di impiegare parecchi mesi per trovare ciò che cerca. I motivi sono ovviamente da ricercare nella crisi economica che ha portato e sta portando parecchie aziende alla chiusura, alla considerevole riduzione del proprio personale o ancora alla delocalizzazione in paesi in cui la manodopera ha costi inferiori. Essendo dunque i posti di lavoro non occupati sempre meno, in genere i datori di lavoro preferiscono assumere per i loro uffici le persone dotate del titolo di studio di maggior prestigio, dunque coloro che si avvalgono di una laurea. Ovviamente contano anche altri fattori oltre all’esperienza formativa, ma soprattutto nel nostro Paese essa ha una rilevanza spesso determinante. Quindi, in una situazione di questo genere è bene rimboccarsi le maniche e studiare più che si può per poter essere nelle condizioni di mostrare ai titolari di aziende un curriculum vitae particolarmente ricco nella sezione relativa alla formazione. Corsi serali recupero anni sono una delle tante possibilità per raggiungere almeno il diploma. Dopodiché la laurea sarebbe consigliabile, ma chi non se la sente di intraprendere un percorso così lungo e faticoso può migliorare le proprie conoscenze nell’ambito lavorativo in cui sogna di trovare un’occupazione frequentando uno o più corsi professionali.

0 commenti :