martedì 21 aprile 2015

Dopo numerosi naufragi la UE interviene: i 10 punti

Ecco i 10 punti con i quali si vuole intervenire alla lotta ai viaggi della speranza, che costano sempre numerose vittime e, come negli ultimi giorni, delle vere e proprie stragi annunciate. Perciò i ministri degli Esteri e degli Interni UE e i membri della commissione hanno stilato un elenco di 10 punti alla lotta all'immigrazione clandestina.

  1. All’Unione Europea sarà sottoposto il rafforzamento delle operazioni Triton e Poseidon nel Mediterraneo con un investimento monetario, estendendo l’area di pattugliamento.
  2. Sforzo maggiore per la distruzione e la cattura dei barconi usati dai trafficanti
  3. Incontri regolari tra le diverse agenzie europee che si occupano di immigrazione (Europol, Frontex, Easo, Eurojust), per  migliorare la cooperazione.
  4. Squadre operative in Italia e in Grecia, al fine di sbrigare con più efficacia le pratiche, attraverso l'aiuto dell'ente EASO, che si occupa delle richieste di asilo.
  5. Tutti gli stati membri dell’UE dovranno prendere le impronte digitali dei migranti.
  6. Determinazione di alcune modalità di ricollocazione d’emergenza dei migranti, per ora non meglio specificate.
  7. Sarò lanciato un programma provvisorio europeo concernente il reinsediamento dei richiedenti asilo che necessitano di protezione.
  8. Istituzione di un programma per controllare migranti irregolari e rimpatrio immediato.
  9. Verranno attivati programmi d’aiuto e cooperazione tra la Commissione e il Servizio di Azione Esterna dell’Ue e i paesi confinanti con la Libia, in particolar modo verranno rafforzate le iniziative già avviate in Niger.
  10. Funzionari di collegamento dell’immigrazione verranno insediati nei Paesi interessati dal flusso migratorio per raccogliere informazioni e coordinare le delegazioni europee ivi stanziatesi.

0 commenti :