Passa ai contenuti principali

La Scelta, una band che vola alto

Tanta strada e una carriera ricca di importanti incontri e traguardi: dalla collaborazione con Ron, al Festival di Sanremo, per citarne alcuni. La Scelta, band romana composta da Mattia Del Forno alla voce, Emiliano Mangia alla chitarra, Francesco Caprara alla batteria e Marco Pistone al basso, rappresenta un gruppo di ottimi musicisti, diventati grandi amici, instancabili compositori e arrangiatori, con costante successo. Last but not least, il nuovo singolo Ballad 2020, un brano con messaggi importanti, ritmato e melodico all'ascolto.
Un caloroso ringraziamento alla formidabile band La Scelta, che ha trovato il tempo di scambiare alcune battute con noi!



Presentatevi, raccontateci il vostro background personale e artistico
Ciao a tutti, sono Francesco, batterista de La Scelta. 
Siamo 4 musicisti provenienti da 4 diverse esperienze musicali... spesso ci siamo incontrati nelle cover band poi abbiamo deciso che era il momento di unire le forze e creare musica inedita, nuova. Siamo voce/tastiere, chitarra basso e batteria...siamo diventati anche dei grandi amici ovviamente.

Raccontateci del vostro ultimo singolo “Ballad 2020”, com’è nato? Cosa rappresenta per voi?
Il nostro ultimo lavoro è un brano che avevamo nel cassetto da qualche tempo e ci è sembrato perfetto per descrivere questo momento che ci ha colto tutti un po’ di sorpresa ... Abbiamo sentito l’esigenza di mandare un messaggio di rinascita, forse proprio il Lockdown ci ha dato la possibilità di riflettere molto, di rivedere un po’ tutta la vita che abbiamo percorso, un risveglio che per molti può essere una nuova opportunità.




Quali sono le vostre influenze musicali?
Come ti dicevo all’inizio proveniamo da 4 diversi mondi musicali pur avendo una grande convergenza di sguardi all’ orizzonte. Amiamo Elvis, Dalla, i Queen, i Pink Floyd, Coldplay, i Muse, Battisti.... potrei continuare ore, abbiamo così tanti artisti nel cuore che la musica per noi è un’immensa condivisione umana. Attingiamo da tutto.

Quali sono le vostre attuali o passate collaborazioni musicali?
La nostra collaborazione più lunga è stata con Ron... un artista che ci ha insegnato tantissimo e con il quale abbiamo intrapreso un rapporto d’amicizia molto importante. Anche Patty Pravo  è stata una bellissima esperienza sia sul piano artistico che umano.
E poi c’è Mirko Frezza (cit.Pistone)

Raccontateci il vostro ultimo aneddoto o esperienza particolare durante la vostra attività artistica, fateci ridere o riflettere un po’.
Una volta ero in tour e quando il fonico mi disse di provare la batteria mi resi conto di non avere più il rullante...l’avevo dimenticato a Roma! Era domenica e i negozi di musica erano chiusi. Morale??? Se fai ilMusicista cerca di avere fra gli amici un comandante di aerei civili... in modo da farti portare il rullante che hai dimenticato a Roma...

I vostri programmi per il futuro?
Abbiamo altri singoli in uscita e ci auguriamo di poter tornare Live prestissimo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida a FrontierVille: trucchi, segreti e info sul nuovo gioco di Facebook

Da qualche giorno su facebook è apparso un nuovo gioco rilasciato dalla zynga, si chiama FrontierVille, e sicuramente riscuoterà tanto successo come lo è stato per Farmville.

Sulle orme dell'ormai famosissimo Social Game anche in Frontier Ville avremo bisogno dell'aiuto dei nostri vicini per andare avanti nel gioco, ma non si tratta di un emulazione ml fatta di farmville, anzi il gioco è molto più avvincente in quanto il nostro impegno è far crescere la nostra famiglia, felice e contenta nel far west.Si inizia con un solo personaggio, dopo aver scelto l'aspetto partiamo subito nel vivo del gioco, l'unico riparo è la nostra carrozza in mezzo ad un terreno infestato da erbacce, fiori e tanti alberi, man mano che andiamo a pulire il nostro terreno dovremmo anche liberarci di vari animali selvatici, in particolare serpenti fra le erbacce, che dovremmo scacciare con la pala, gli orsi negli alberi che dovremmo solo spaventare e le talpe che spunteranno quando raccoglieremo le…

Reset e configurazione del router wireless Intellinet AP 150N

Ecco una piccola ma rapida guida sul modem router Intellinet AP 150N, che può essere letta anche da cellulare qualora a casa propria ci si ritrovi con la rete temporaneamente assente.

Per effettuare il RESET (che annullerà il vostro SSID di rete e la passowrd che avevate impostato) è necessario tenere premuto il tasto nero di Reset, posto dietro il dispositivo, per almeno 10 secondi. La spia verde PSW perciò lampeggerà e dopo pochi secondi il router wireless avrà azzerato tutti i valori. Se avevate assegnato una password o un nome alla rete, questi ora saranno persi.

Per inserire le configurazioni dell'Intellinet AP 150N è necessario collegarsi col proprio pc/mac al dispositivo con un cavo. Molte guide indicano già che il dispositivo è disponibile all'indirizzo 192.168.2.1, ma omettono il particolare del cavo. Quindi fate così: procuratevi un cavo ethernet, collegatevia a un capo il vostro pc e a un altro il dispositivo. Aprite il centro connessioni del vostro pc e impostate l…

Intervista a Vincenzo Parisi

Oggi pubblico l'intervista all'eccezionale pianista Vincenzo Parisi, che dal 22 maggio potrete ascoltare sul nuovo disco "ZOLFO" edito da Piano B Agency. 
Un ringraziamento al Maestro Parisi, che con cordialità ed entusiasmo ci ha concesso un po' del suo tempo e ci farà conoscere di più del suo indubbio spessore e talento artistico!





1.Presentati, raccontaci il tuo background personale e artistico Mi chiamo Vincenzo Parisi, pianista e compositore. Fino ai 14 anni pensavo di fare il regista, poi ho conosciuto Irene Schiavetta, pianista con cui mi sono diplomato in conservatorio, e da quel momento ho capito che la musica sarebbe stata la mia vita. Successivamente, ho studiato con Massimiliano Damerini approfondendo il repertorio pianistico contemporaneo, e al Mozarteum di Salisburgo con Aquiles Delle Vigne, molto più filosofo, ricordo ancora le sue appassionanti lezioni sulla Sonata in Si minore di Liszt. Sul versante compositivo, devo molto a Fabio Vacchi e a Mario Ga…