Passa ai contenuti principali

Prima Edizione del Roma International Buskers Festival

 Si è conclusa ieri, 20 settembre 2020, la Prima Edizione del Roma International Buskers Festival. Una tre giorni di musica e arte di strada a 360° che ha animato il Porto Turistico di Roma.



 
Dodici postazioni e un Main Stage che hanno visto protagonisti i migliori musicisti e performer della scena Busker Italiana e Nazionale:
 
Borja Catanesi - Dario Rossi - Federico Nathan - Adriano Bono e The Reggae Circus - Gabriele Pollina - Marco Sbarbati ft Bruna Di Virgilio - Jacopo Mezzanotti - Scoss - Sabrina De Mitri - Wonky Monkeys - Falkatrazz - Simone Spirito e Aurora Arenare - Radiocantilena ft Saxobass & il Naya - Le Swingeresse - Bagarija Orkestar - Caracca Tamburi - Aurora Trippetta - Edo Sparks - Hiram Show
 
Ad arricchire il programma si sono esibiti anche Jacopo Mastrangelo in una suggestiva performance dalle terrazze del lungomare del Porto Turistico di Roma, l’Orchestra SIO di San Fior e Godega ha emozionato il pubblico con un repertorio eclettico e vario suonato dai suoi 48 giovanissimi elementi diretti dal Maestro Roberto Fantinel.
 
Nel corso della tre giorni anche molti altri artisti, pur non avendo risposto alla call for action (che ha contato oltre 180 candidature), abbracciando appieno lo spirito del Roma Buskers Festival si sono uniti alla grande festa ed hanno avuto spazio per dare vita alle loro performance liberamente tra 12 postazioni buskers.
 
A chiudere il Festival una incredibile Jam Session sulle note di Don’t Worry Be Happy eseguita da Federico Nathan, Borja Catanesi, Marco Sbarbati, Gabriele Pollina, Jacopo Mezzanotti e Scoss.
 
Grandissima l’affluenza di pubblico nei tre giorni che ha passeggiato lungo gli 1,2 km della marina del porto turistico di Roma con curiosità ed interesse per le numerose performance, giocando con la web app del Roma Buskers Festival e vincendo oltre 2000 gadget, il tutto nel rispetto delle normative con grande spirito collaborativo.
 
L’Organizzatore Andrea Cicini (Gruppo Matches) ed il Direttore Artistico Massimo Di Stefano (ESound) hanno ringraziato lo staff, gli artisti, le istituzioni e tutti i partner annunciando con grande entusiasmo l’edizione 2021 del Roma International Buskers Festival.
 
«Un evento ricco di emozioni e sorrisi del pubblico. È stato bello respirare allegria tra la gente, grazie all'impegno degli artisti di strada che hanno colto questa grande opportunità approdando al Porto Turistico di Roma. È sempre bello vedere sogni che si realizzano, per noi di Gruppo Matches è stato un importante investimento e ci abbiamo creduto da subito. Ma se abbiamo raggiunto un ottimo risultato è anche grazie al prezioso gioco di squadra fatto tra l'Amministrazione e la Direzione della marina, le istituzioni ed i partner che si sono fidati ed affidati alla nostra passione e determinazione. Chiudiamo questo primo Festival con estrema energia, con uno sguardo al 2021, al ritmo di   "Don't worry Be Happy"». A.Cicini (Gruppo Matches)
 
L’evento è stato ideato ed organizzato dall’Agenzia di Comunicazione Gruppo Matches con la direzione artistica di Esound, in collaborazione con il Porto Turistico di Roma e il Patrocinio di Regione Lazio nell’ambito di Youth Card, del Municipio X, di SIAE - Società Italiana degli Autori ed EditoriANLAIDS Onlus e della Guardia Costiera.
 
La Radio Ufficiale dell’evento Dimensione Suono Roma.
 
Partners ufficiali dell’evento: LVL PRO EVENTJungel Film Production, Mediamorfosi - Officina Creativa, Biosanyx, Artemisia Lab Ostia, Biraz, Il Confine, Eventi di Cartone, Sogno Veneto, Cambusando, Laboratorio Olfattivo, Ostia Antica Park HotelAbitart HotelHotel La Scaletta RomaFy Decò Hotel, Aran Blu HotelIsola Sacra Rome Airport Hotel, Best Western Hotel i Triangoli e la Roma Mare Asshotel.
 
 
Sito Ufficiale: www.romabuskers.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida a FrontierVille: trucchi, segreti e info sul nuovo gioco di Facebook

Da qualche giorno su facebook è apparso un nuovo gioco rilasciato dalla zynga, si chiama FrontierVille, e sicuramente riscuoterà tanto successo come lo è stato per Farmville.

Sulle orme dell'ormai famosissimo Social Game anche in Frontier Ville avremo bisogno dell'aiuto dei nostri vicini per andare avanti nel gioco, ma non si tratta di un emulazione ml fatta di farmville, anzi il gioco è molto più avvincente in quanto il nostro impegno è far crescere la nostra famiglia, felice e contenta nel far west.Si inizia con un solo personaggio, dopo aver scelto l'aspetto partiamo subito nel vivo del gioco, l'unico riparo è la nostra carrozza in mezzo ad un terreno infestato da erbacce, fiori e tanti alberi, man mano che andiamo a pulire il nostro terreno dovremmo anche liberarci di vari animali selvatici, in particolare serpenti fra le erbacce, che dovremmo scacciare con la pala, gli orsi negli alberi che dovremmo solo spaventare e le talpe che spunteranno quando raccoglieremo le…

Reset e configurazione del router wireless Intellinet AP 150N

Ecco una piccola ma rapida guida sul modem router Intellinet AP 150N, che può essere letta anche da cellulare qualora a casa propria ci si ritrovi con la rete temporaneamente assente.

Per effettuare il RESET (che annullerà il vostro SSID di rete e la passowrd che avevate impostato) è necessario tenere premuto il tasto nero di Reset, posto dietro il dispositivo, per almeno 10 secondi. La spia verde PSW perciò lampeggerà e dopo pochi secondi il router wireless avrà azzerato tutti i valori. Se avevate assegnato una password o un nome alla rete, questi ora saranno persi.

Per inserire le configurazioni dell'Intellinet AP 150N è necessario collegarsi col proprio pc/mac al dispositivo con un cavo. Molte guide indicano già che il dispositivo è disponibile all'indirizzo 192.168.2.1, ma omettono il particolare del cavo. Quindi fate così: procuratevi un cavo ethernet, collegatevia a un capo il vostro pc e a un altro il dispositivo. Aprite il centro connessioni del vostro pc e impostate l…

Intervista a Vincenzo Parisi

Oggi pubblico l'intervista all'eccezionale pianista Vincenzo Parisi, che dal 22 maggio potrete ascoltare sul nuovo disco "ZOLFO" edito da Piano B Agency. 
Un ringraziamento al Maestro Parisi, che con cordialità ed entusiasmo ci ha concesso un po' del suo tempo e ci farà conoscere di più del suo indubbio spessore e talento artistico!





1.Presentati, raccontaci il tuo background personale e artistico Mi chiamo Vincenzo Parisi, pianista e compositore. Fino ai 14 anni pensavo di fare il regista, poi ho conosciuto Irene Schiavetta, pianista con cui mi sono diplomato in conservatorio, e da quel momento ho capito che la musica sarebbe stata la mia vita. Successivamente, ho studiato con Massimiliano Damerini approfondendo il repertorio pianistico contemporaneo, e al Mozarteum di Salisburgo con Aquiles Delle Vigne, molto più filosofo, ricordo ancora le sue appassionanti lezioni sulla Sonata in Si minore di Liszt. Sul versante compositivo, devo molto a Fabio Vacchi e a Mario Ga…