Passa ai contenuti principali

Da oggi "Via Mameli" il nuovo singolo dei Meteora in radio e streaming

Dal 20 novembre sarà disponibile su tutte le piattaforme di streaming e in rotazione radiofonica “VIA MAMELI” (The Web Engine), nuovo brano della band METEORA.

A volte la sola cosa che ci rimane di un legame intenso sono solo ricordi bellissimi, seppur sfumati: “VIA MAMELI”, nuovo brano dei METEORA, è la fotografia sbiadita di quei ricordi. Il brano si configura come una vera e propria ballad dalle sonorità pop/rock impreziosita da atmosfere nostalgiche e malinconiche.
Spiegano i Meteora a proposito del nuovo inedito«Il brano racconta la fine di una storia dal punto vista di chi è costretto ad accettare una scelta: uno spettatore che ha piena coscienza di quello che sta accadendo ma che non può fare nulla per evitarlo. Alla fine, restano le promesse non mantenute, le connessioni che si interrompono e mille domande che non verranno mai fatte. Restano solo i ricordi. E si sa, nei ricordi tutto sfuma in un senso di benessere indefinito. Nei ricordi non esiste noia, disillusione o amore che manca: tutto l'universo è cristallizzato in un eterno attimo di malinconia».
Il videoclip ufficiale di “Via Mameli” racconta il lento sfiorire di una storia. Cerca di dare forma, in pochi minuti, alla sottile linea rossa che separa la felicità quotidiana dall'abitudine, le certezze di una relazione dal reciproco darsi per scontati. Perché a volte le storie d’amore finiscono senza un motivo reale, senza un deus ex machina a risolvere la situazione.

Ascolta il nuovo singolo dei Meteora, "VIA MAMELI": https://open.spotify.com/track/4ynGxJpE4OGDl8GOV099Xe?si=u4KblapCQ8uwmGV3GNrlHQ

 
Biografia

Meteora nascono a Siracusa nell'autunno del 2016, in un piccolo garage nel cuore della città. Fin da subito scelgono di percorrere la strada della composizione, mischiando le sonorità tipiche del pop/rock a quelle del classico stile cantautoriale italiano. Nonostante il poco spazio destinato agli inediti, la band riesce comunque a mettere in piedi una buona attività live, esibendosi in diversi locali della Sicilia e partecipando a vari contest. Per quanto non credano che la musica possa essere ingabbiata nelle formule di una gara sportiva, proprio dai contest arrivano le principali soddisfazioni, con la vittoria del Volcano Rock Contest, del Ridicol-eat e del Sicily Village Contest.  
Il pop/rock dei Meteora, insieme ai testi rigorosamente in italiano, crea atmosfere facili da ascoltare e indirizzate a un pubblico di ogni età, per quanto le loro esibizioni vengano apprezzate soprattutto da studenti universitari. Batteria, basso e chitarra rappresentano l'asse portante del loro sound, al quale va aggiunto l'uso di synth e pianoforte elettrico, che fa confluire il tutto in un rock plastico molto evocativo. Una delle ricchezze del loro sound è proprio la molteplicità di influenze musicali dei componenti. 
Il primo lavoro dei Meteora è stato l'EP “Via Milano 46” (2017), titolo che riprende il nome dalla via in cui si trova la loro sala prove. A distanza di qualche mese esce “Due o tre cose che so di lei” (2018)  opera più matura e idealmente dedicata al celebre film di Godard. 
Il 2020 è l'anno di “Storyteller”, lavoro decisamente più introspettivo e consapevole, album nel quale i Meteora hanno sperimentato sonorità nuove e soluzioni artistiche diverse. 
Ad oggi la band risulta impegnata nella promozione del loro album e nella pianificazione dell'attività live, cercando soluzioni alternative per fronteggiare la particolare situazione con la quale la musica si trova a dover fare i conti.
Il nuovo brano dei Meteora, dal titolo “Via Mameli” (The Web Engine), sarà disponibile in radio e in digitale dal 20 novembre.
 
 
Facebookhttps://www.facebook.com/meteora.musica
Instagramhttps://www.instagram.com/meteora.ufficiale/?hl=it

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida a FrontierVille: trucchi, segreti e info sul nuovo gioco di Facebook

Da qualche giorno su facebook è apparso un nuovo gioco rilasciato dalla zynga, si chiama FrontierVille , e sicuramente riscuoterà tanto successo come lo è stato per Farmville. Sulle orme dell'ormai famosissimo Social Game anche in Frontier Ville avremo bisogno dell'aiuto dei nostri vicini per andare avanti nel gioco, ma non si tratta di un emulazione ml fatta di farmville, anzi il gioco è molto più avvincente in quanto il nostro impegno è far crescere la nostra famiglia, felice e contenta nel far west.Si inizia con un solo personaggio, dopo aver scelto l'aspetto partiamo subito nel vivo del gioco, l'unico riparo è la nostra carrozza in mezzo ad un terreno infestato da erbacce, fiori e tanti alberi, man mano che andiamo a pulire il nostro terreno dovremmo anche liberarci di vari animali selvatici, in particolare serpenti fra le erbacce, che dovremmo scacciare con la pala, gli orsi negli alberi che dovremmo solo spaventare e le talpe che spunteranno quando raccoglierem

Reset e configurazione del router wireless Intellinet AP 150N

Ecco una piccola ma rapida guida sul modem router Intellinet AP 150N , che può essere letta anche da cellulare qualora a casa propria ci si ritrovi con la rete temporaneamente assente. Per effettuare il RESET (che annullerà il vostro SSID di rete e la passowrd che avevate impostato) è necessario tenere premuto il tasto nero di Reset, posto dietro il dispositivo, per almeno 10 secondi. La spia verde PSW perciò lampeggerà e dopo pochi secondi il router wireless avrà azzerato tutti i valori. Se avevate assegnato una password o un nome alla rete, questi ora saranno persi. Per inserire le configurazioni dell'Intellinet AP 150N è necessario collegarsi col proprio pc/mac al dispositivo con un cavo. Molte guide indicano già che il dispositivo è disponibile all'indirizzo 192.168.2.1, ma omettono il particolare del cavo. Quindi fate così: procuratevi un cavo ethernet, collegatevia a un capo il vostro pc e a un altro il dispositivo. Aprite il centro connessioni del vostro pc e impos

Intervista a Vincenzo Parisi

Oggi pubblico l'intervista all'eccezionale pianista Vincenzo Parisi, che dal 22 maggio potrete ascoltare sul nuovo disco "ZOLFO" edito da Piano B Agency.  Un ringraziamento al Maestro Parisi, che con cordialità ed entusiasmo ci ha concesso un po' del suo tempo e ci farà conoscere di più del suo indubbio spessore e talento artistico! 1.      Presentati, raccontaci il tuo background personale e artistico Mi chiamo Vincenzo Parisi, pianista e compositore. Fino ai 14 anni pensavo di fare il regista, poi ho conosciuto Irene Schiavetta, pianista con cui mi sono diplomato in conservatorio, e da quel momento ho capito che la musica sarebbe stata la mia vita. Successivamente, ho studiato con Massimiliano Damerini approfondendo il repertorio pianistico contemporaneo, e al Mozarteum di Salisburgo con Aquiles Delle Vigne, molto più filosofo, ricordo ancora le sue appassionanti lezioni sulla Sonata in Si minore di Liszt. Sul versante compositivo, devo molto a Fabi