Passa ai contenuti principali

Diamanti Grezzi, il nuovo singolo di Giraffe


GIRAFFE

DA OGGI IN RADIO E IN DIGITALE IL NUOVO SINGOLO
"DIAMANTI GREZZI"

Dopo gli ottimi riscontri di “RUOK” prosegue il percorso discografico di Giraffe, all’anagrafe Lorenzo Passamonti, con il nuovo singolo “Diamanti grezzi” (Artist First). Il brano, che è in rotazione radiofonica e sulle piattaforme streaming da oggi, giovedì 12 novembre, anticipa l’EP la cui uscita è prevista per la primavera del 2021.

“Diamanti grezzi” è un brano generazionale dove musica e testo giocano tra loro sul concetto di tempo “sarà che voglio altri vent’anni per fare altri cento sbagli con te”, è una canzone che punta l’attenzione sul senso di “disordine” che accomuna tutti i ragazzi della cosiddetta Generazione Zero, quelli nati dopo il 1995 in una società impregnata di wi-fi, che pone tanti interrogativi e incertezza economica.

«Siamo “diamanti grezzi” in un contesto in cui ci sembra di avere tutto ma quel tutto non ci rappresenta mai fino in fondo, come “delle macchine da corsa che rimangono ferme ai caselli”. Questa riflessione è nata una sera in cui mi sono ritrovato dopo tanto tempo di nuovo seduto attorno a un tavolo con i miei “fratelli”, non avevamo cellulari e in quel momento non avevamo alcuna voglia di averli. Abbiamo iniziato a parlare di noi e di cose che generalmente uno tiene per sé, cose che credi scomode, che non dici per paura di sembrare diverso o problematico. In quel momento ci siamo stupiti e rasserenati, come se in qualche modo ci sollevasse da un senso di responsabilità troppo grande per noi lo scoprire che tutti i nostri singoli problemi stavano trovando conferma negli altri», dichiara Giraffe a proposito del nuovo singolo.

“Diamanti grezzi” è un pezzo pop-punk che per le sonorità richiama molto l’America di Muchine Gun Kelly e Yungblud. Ciò che salta all’orecchio è il clima generazionale e “rivoluzionario” delle chitarre elettriche contrapposte all’arrangiamento dei bassi tipico della trap/hip hop. «Ho voluto concentrarmi sulle liriche perché sentivo di dover dire molto», afferma l’artista. Il testo è infatti in continua dinamica, la prima strofa sembra quasi voler dire strappiamoci i vestiti e baciamoci, il ritornello è un inno alla “resistenza” mentre la seconda strofa è un rap personalissimo.

https://open.spotify.com/track/4DIFcRxsUzApt5IyN5G4g5?si=yIbf7u5QRH-Bhn4TwiuhRQ

GIRAFFE

Giraffe è Lorenzo Passamonti (classe ‘96), cantautore di Tarquinia (Roma). Inizia a suonare giovanissimo, a 16 anni fonda il suo primo gruppo, Le Riserve, con il quale incide due album e suona in numerosi locali in Italia e all’estero. A 21 anni dopo il Saint Louis College Of Music di Roma, si dà al DIY in una decisa carriera solista. Lo pseudonimo Giraffe richiama l’esoticità e l’atipicità di questo animale che si mostra quasi come un essere “alieno”, in contrapposizione ai tempi moderni e ai luoghi urbani. Il suo stile si fonda su l’ITpop e l’elettronica post blues.

Ha all’attivo diversi singoli, i suoi ultimi lavori sono “RUOK”, uscito lo scorso luglio, e “Diamanti grezzi”, in radio e in digitale dal 12 novembre. Quest’ultimo anticipa l’EP la cui uscita è prevista per la primavera del 2021. Tutti i brani sono composti, arrangiati, suonati e prodotti da lui.

Instagram: https://www.instagram.com/giraffe_postdi/

Facebook: https://www.facebook.com/Giraffeoff/

Spotify: https://open.spotify.com/artist/4gIYP4LcSE8MCwlOQzcwIV?si=_bZs-CdOSKu-dVMhteK_rA

Commenti

Post popolari in questo blog

Guida a FrontierVille: trucchi, segreti e info sul nuovo gioco di Facebook

Da qualche giorno su facebook è apparso un nuovo gioco rilasciato dalla zynga, si chiama FrontierVille , e sicuramente riscuoterà tanto successo come lo è stato per Farmville. Sulle orme dell'ormai famosissimo Social Game anche in Frontier Ville avremo bisogno dell'aiuto dei nostri vicini per andare avanti nel gioco, ma non si tratta di un emulazione ml fatta di farmville, anzi il gioco è molto più avvincente in quanto il nostro impegno è far crescere la nostra famiglia, felice e contenta nel far west.Si inizia con un solo personaggio, dopo aver scelto l'aspetto partiamo subito nel vivo del gioco, l'unico riparo è la nostra carrozza in mezzo ad un terreno infestato da erbacce, fiori e tanti alberi, man mano che andiamo a pulire il nostro terreno dovremmo anche liberarci di vari animali selvatici, in particolare serpenti fra le erbacce, che dovremmo scacciare con la pala, gli orsi negli alberi che dovremmo solo spaventare e le talpe che spunteranno quando raccoglierem

Reset e configurazione del router wireless Intellinet AP 150N

Ecco una piccola ma rapida guida sul modem router Intellinet AP 150N , che può essere letta anche da cellulare qualora a casa propria ci si ritrovi con la rete temporaneamente assente. Per effettuare il RESET (che annullerà il vostro SSID di rete e la passowrd che avevate impostato) è necessario tenere premuto il tasto nero di Reset, posto dietro il dispositivo, per almeno 10 secondi. La spia verde PSW perciò lampeggerà e dopo pochi secondi il router wireless avrà azzerato tutti i valori. Se avevate assegnato una password o un nome alla rete, questi ora saranno persi. Per inserire le configurazioni dell'Intellinet AP 150N è necessario collegarsi col proprio pc/mac al dispositivo con un cavo. Molte guide indicano già che il dispositivo è disponibile all'indirizzo 192.168.2.1, ma omettono il particolare del cavo. Quindi fate così: procuratevi un cavo ethernet, collegatevia a un capo il vostro pc e a un altro il dispositivo. Aprite il centro connessioni del vostro pc e impos

Intervista a Vincenzo Parisi

Oggi pubblico l'intervista all'eccezionale pianista Vincenzo Parisi, che dal 22 maggio potrete ascoltare sul nuovo disco "ZOLFO" edito da Piano B Agency.  Un ringraziamento al Maestro Parisi, che con cordialità ed entusiasmo ci ha concesso un po' del suo tempo e ci farà conoscere di più del suo indubbio spessore e talento artistico! 1.      Presentati, raccontaci il tuo background personale e artistico Mi chiamo Vincenzo Parisi, pianista e compositore. Fino ai 14 anni pensavo di fare il regista, poi ho conosciuto Irene Schiavetta, pianista con cui mi sono diplomato in conservatorio, e da quel momento ho capito che la musica sarebbe stata la mia vita. Successivamente, ho studiato con Massimiliano Damerini approfondendo il repertorio pianistico contemporaneo, e al Mozarteum di Salisburgo con Aquiles Delle Vigne, molto più filosofo, ricordo ancora le sue appassionanti lezioni sulla Sonata in Si minore di Liszt. Sul versante compositivo, devo molto a Fabi